Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Sei giunto nella casa di Dio, tuo Padre, che è qui per aspettarti, per prendersi cura di te. Sei nel luogo santificato dalla presenza della Vergine Maria. Stai entrando in un luogo Santo, particolarmente significativo per la fede. Ti invitiamo a compiere un breve pellegrinaggio per incontrare la misericordia di Dio Padre, sperimentare l’intercessione potente della Madonna e ripartire colmo di gioia e di pace.

Acqua santa
Il gesto di segnarti con poche gocce di acqua benedetta ci porta alla rinascita nel Battesimo, la rigenerazione alla vita di figlio di Dio e la purificazione dal peccato. Il segno della croce ricorda che Gesù è stato l’Uomo che si è caricato delle sofferenze dei fratelli, offrendo se stesso.

Ravviva in noi, Signore,
nel segno di quest’acqua benedetta,

il ricordo del Battesimo e l’adesione a Cristo Signore, 

crocifisso e risorto per la nostra salvezza.

Altare Maggiore
Lo sguardo si proietta subito verso il grande altare maggiore dove nel tabernacolo L’eucaristia si pone come punto culminante dell’azione di Dio verso l’uomo e come punto culminante dell’incontro dell’uomo con Dio.

Signore, Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell’eucaristia

ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua, fa che adoriamo
con 
viva fede il santo mistero del tuo corpo e del tuo sangue, per sentire

sempre in noi i benefici della redenzione.
Tu che vivi e regni nei 
secoli dei secoli. Amen.

Il prodigioso affresco
Subito alzando gli occhi Una grande meraviglia: lo sguardo della Madonna e del Bambino accoglie amorevolmente il pellegrino.

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio,
Santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche di noi 
che siamo nella prova,
e liberaci da ogni pericolo, 
o Vergine gloriosa e benedetta.

Cappella della Madonna
Avvicinati in silenzio al cuore spirituale del Santuario dove i pellegrini contemplani l’immagine plastica del prodigioso affresco, la bella Statua della Madonna del Pozzo, accompagna il tuo sguardo con la preghiera silenziosa del cuore. La Vergine ti accoglie con gioia, si prende cura di te con sollecitudine e ti invita a rimanere sotto la sua protezione.

A te, o beata Vergine,

sia lode e gloria,

perché oggi siamo 
stati ricolmati dei beni

della tua casa, cioè del
 tuo grembo.

(Sant’Antonio)

Cappella del Crocifisso e di San Giovanni Paolo II
Prima di partecipare al Sacramento della Riconciliazione o di proseguire la tua visita fermati dinanzi al Crocifisso.

O alto e glorioso Dio,
illumina le tenebre
del cuore mio.
Dammi una fede retta,
speranza certa,
carità perfetta
e umiltà profonda.
Dammi, Signore,
senno e discernimento
per compiere la tua vera
e santa volontà.
Amen.
(san Francesco)

La Penitenzeria
Nella Penitenzieria, potrai celebrare il sacramento della Riconciliazione, con l’aiuto del sussidio per prepararsi alla confessione che lì troverai.
E’ il luogo in cui il penitente sperimenta l’abbraccio forte e tenero del Padre che perdona il figlio pentito. Il sacramento della Penitenza è “casa di Dio”, e la Penitenzieria è “casa dell’accoglienza”.

Facciamo festa, perchè questo mio figlio

era morto ed è tornato in vita,

era perduto ed è stato ritrovato
Luca 15, 23-24

Il Chiostro
Terminato il sacramento della riconciliazione entra nel meraviglioso chiostro del Santuario e ringrazia il Signore per tutti i doni ricevuti.

“Altissimo, onnipontente buon Signore,
tue sono le lodi,  la gloria e l’onore e ogni benedizione.

A Te solo, Altissimo, queste cose si confànno (sono adatte),
e nessun uomo è degno di nominarti.

Lodato sii, mio Signore, con tutte le Tue creature…

Lodate e benedite il mio Signore e ringraziatelo
e servitelo con grande umiltà”. (San Francesco)

Il Santuario del Rinvenimento
Al termine del percorso recati alla chiesa del Pozzo, bevi l’acqua viva che la Vergine ti offre, è il suo Figlio Gesù che disseta le tue fatiche arse dal cammino della vita. E’ lui l’acqua viva che ti dona la guarigione dello spirito e del corpo.

«Chiunque beve di quest’acqua avrà di nuovo sete: ma chi berrà dell’acqua che io gli darò, non avrà più sete in eterno. Anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente d’acqua che zampilla per la vita eterna»
(Vangelo di Giovanni)